top of page

Ordine di demolizione di una casa abitata da anziano in difficoltà economiche: viola l’art. 8 CEDU?

Art.8 CEDU

eccessiva durata del processo

Con la sentenza Kaminskas c. Lituania, la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha escluso la violazione dell'art. 8 CEDU da parte della Lituania.

Ad avviso della Corte, infatti, l'art. 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU) protegge il diritto all'abitazione, ma non necessariamente si ritiene integrata la violazione di tale diritto nel caso in cui venga ordinata la demolizione di un'abitazione abusiva.


Sentenza KAMINSKAS v. LITHUANIA
.pdf
Scarica PDF • 256KB

La situazione personale del soggetto interessato (età avanzata e precarie condizioni reddituali) potrebbe essere considerata nel bilanciamento degli interessi e diritti coinvolti, ma non costituisce un fattore determinante se la costruzione edilizia è stata realizzata in violazione delle norme paesaggistiche senza alcuna autorizzazione.

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo (CEDU) ha esaminato la compatibilità della normativa lituana con l'articolo 8 della CEDU, che protegge il diritto all'abitazione.

La Corte ha stabilito che lo Stato lituano non ha violato la CEDU disponendo un ordine di demolizione di una costruzione abusiva in una zona forestale protetta.

Nonostante la difficile situazione personale del ricorrente, inclusa l'età avanzata, le cattive condizioni di salute e il basso reddito, la Corte ha ritenuto che le autorità lituane abbiano valutato in modo adeguato l'interesse pubblico per la conservazione delle foreste e dell'ambiente, senza che le circostanze personali del ricorrente avessero un peso determinante.

La Corte ha quindi confermato la decisione delle autorità nazionali ed ha respinto il ricorso del ricorrente.

bottom of page